Napoli: Parte il Festival della Filosofia in Magna Grecia

2' di lettura 09/09/2021 - Tre giornate di incontri a Napoli, nella Cittadella filosofica di San Domenico Maggiore, per il Festival della Filosofia in Magna Grecia. Il 10, 11 e 12 settembre dialoghi, laboratori, lezioni-spettacolo sul tema del "Presente" con Umberto Galimberti, Mauro Bonazzi e Ilaria Gaspari.

A proporre la riflessione e l'appuntamento l'associazione Festival della Filosofia in Magna Grecia in collaborazione con l'assessorato all'Istruzione, alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli. Apriranno l'evento venerdì 10 alle 10:30 la presidente del Festival Giuseppina Russo, l'assessora alla Cultura Annamaria Palmieri e Nino Daniele. Intervengono i filosofi Salvatore Ferrara e Annalisa Di Nuzzo che illustreranno le attività del Festival che si aprirà con la lezione spettacolo dal titolo 'Interpretare il presente, Tommaso d'Aquino, Tommaso Campanella, Giordano Bruno' a cura di Annalisa Di Nuzzo e Salvatore Ferrara. Interpreti Noemi Perfetto, Danilo Piscopo, Riccardo Marotta, musiche di Mario Di Bonito.

Il programma prevede, tutti i giorni, laboratori di teatro, dinamiche espressive, yoga, espressioni visive, musica curati da Perfetto, Marotta, Pisano, Piscopo e Di Bonito. Il 10 settembre ci sarà il dialogo filosofico con Ilaria Gaspari, l'11 con Mauro Bonazzi, dopo quello con l'artista Franco Guerzoni. Un dialogo scientifico dal titolo 'La scienza tra presente e possibilità: Il caso della chimica' con Giovanni Morelli è in programma per il 12 settembre. Il Festival si concluderà domenica dopo il dialogo filosofico su 'L'uomo nell'età della tecnica' con Umberto Galimberti e un itinerario al Mann: 'Slidedoor la porta che unisce un esercizio di umanesimo digitale', a cura di Slidewoorld.

"Sono davvero lieta che Napoli promuova, in un luogo che risuona del pensiero dei nostri illustri pensatori, una tre giorni sul "presente", cosa quanto mai opportuna di fronte alle domande che si affastellano nella comunità scientifica e cittadina di fronte alla grande inquietudine contemporanea". Così l'assessora del Comune di Napoli con delega alla Cultura Annamaria Palmieri. "Il Convento - conclude - accoglierà nel rispetto della normativa di prevenzione Covid gli illustri relatori e i partecipanti ai seminari e ai laboratori per fare di Napoli, ancora una volta, la città della filosofia e del libero pensiero".






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 09-09-2021 alle 16:47 sul giornale del 10 settembre 2021 - 117 letture

In questo articolo si parla di cultura, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cirG





logoEV