Bacoli (NA): a Villa Ferretti il primo centro universitario in un bene confiscato alla camorra

1' di lettura 08/10/2021 - "Sta prendendo forma il primo centro universitario di Bacoli. A Villa Ferretti, in un bene confiscato alla camorra. È un'emozione forte" scrive su Facebook il sindaco di Bacoli Josi Gerardo Della Ragione.

Villa Ferretti era già stata teatro di rinascita quest'estate, quando Della Ragione aveva annunciato che il parco pubblico e la spiaggia adiacenti al bene confiscato sarebbero stati allestiti con nuovi ombrelloni e sedie del Comune di Bacoli. Un'iniziativa - gratuita per tutti - che ha riscosso un grande successo e che fa parte della politica ormai consolidata del sindaco bacolese di restituire alla città i beni comuni. La Villa fa infatti parte del patrimonio artistico culturale italiano e affaccia sullo stesso mare del Castello di Baia. Adesso, fa sapere il sindaco, "sono in corso i lavori per ospitare l'Università Federico II di Napoli.

In sinergia con la Soprintendenza dei Beni Culturali ed il Parco Archeologico dei Campi Flegrei, vogliamo allestire un polo di studi e ricerca sulla Città Sommersa di Baiae. Meraviglia d'epoca romana, immersa sui fondali marini. Immersi nella natura. Incastonati tra una villa marittima imperiale, il Castello Aragonese, un parco pubblico, con teatro, ed una spiaggia che resteranno sempre accessibili a tutti". In visita ieri al cantiere, Della Ragione si è detto soddisfatto dei lavori e anticipa che la Villa "sarà bellissima". "È un patrimonio comunale sottratto alla malavita organizzata, che stiamo restituendo alla comunità. È una grande occasione per il nostro paese. Una svolta. Dobbiamo esserne orgogliosi. Insieme- conclude- possiamo fare sempre meglio. Un passo alla volta".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2021 alle 21:12 sul giornale del 07 ottobre 2021 - 28 letture

In questo articolo si parla di attualità, agenzia dire, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cm5U