Pellegrino (IV) sulla carenza di medici in Campania: "Consentire l'idoneità anche con punteggio inferiore a 60"

1' di lettura 13/10/2021 - "Tutte le proiezioni evidenziano una forte disparità tra i medici che andranno in pensione da qui ai prossimi anni e il numero di medici idonei in graduatoria, che risultano in numero insufficiente a ricoprire i posti che si andranno a liberare. Pertanto, ho ritenuto opportuno presentare un'interrogazione per chiedere come si intenda fronteggiare la carenza dei medici di medicina generale e di valutare, per l'anno 2021, la possibilità di consentire l'idoneità anche a coloro che hanno un punteggio inferiore a 60 in modo tale da non trovarci con posti vacanti in graduatoria e così da evitare l'ulteriore aggravarsi della carenza di queste figure nella nostra Regione".

Ad annunciarlo è il capogruppo di Italia Viva nel Consiglio regionale della Campania Tommaso Pellegrino che presenterà una interrogazione alla giunta sulla questione carenza camici bianchi.

Pellegrino ricorda che "i bandi per l'accesso alle scuole di specializzazione, negli anni, hanno determinato con notevole frequenza la rinuncia alle assegnazioni di posti nei diversi corsi per medici di medicina generale, molto spesso non recuperati nei bandi successivi. Per effetto delle rinunce e del ritardo nei bandi per la formazione, in aggiunta all'attuale emergenza sanitaria, si è determinata un'evidente carenza di personale". "Tale carenza è evidente in diversi territori della nostra regione, determinando disagi per numerose famiglie - spiega l'esponente di Iv - e tali criticità sono evidenti soprattutto nelle zone periferiche della nostra Regione".






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 13-10-2021 alle 10:19 sul giornale del 13 ottobre 2021 - 20 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cn72





logoEV