Omicidio Vassallo, svolta nell'inchiesta: 9 indagati

1' di lettura 28/07/2022 - (Adnkronos) - Svolta nelle indagini sull'omicidio di Angelo Vassallo, sindaco di Pollica (Salerno) ucciso il 5 settembre 2010.

Ci sono 9 indagati dalla Direzione distrettuale antimafia di Salerno nei confronti dei quali militari del Ros di Roma e della sezione anticrimine di Salerno hanno eseguito un decreto di perquisizione e sequestro emesso dalla Dda salernitana. I 9 destinatari del provvedimento sono indagati a vario titolo per i reati di omicidio e di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.  Il sindaco di Pollica sarebbe stato ucciso per impedire che denunciasse un traffico di sostanze stupefacenti di cui era giunto a conoscenza e che avveniva nel porto di Acciaroli, frazione del comune di Pollica e rinomata località turistica del Cilento. Questa l'ipotesi alla base delle indagini della Direzione distrettuale antimafia di Salerno.  "Una boccata di ossigeno dopo 12 anni trascorsi in apnea, come un sub che esce dall'acqua". Così Massimo Vassallo, fratello del sindaco 'pescatore', descrive all'Adnkronos la sensazione provata venendo a conoscenza della svolta nelle indagini che si sono trascinate per anni senza riuscire a far luce sull'omicidio che ha sconvolto un'intera comunità.  "Era evidente che non ci fosse altra strada da percorrere rispetto al traffico di droga e al coinvolgimento di personaggi legati alle istituzioni. Siamo fiduciosi nell'attività di Borrelli e del pm Colamonici che abbiamo incontrato in questi anni e negli ultimi mesi", conclude Massimo Vassallo.  





Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 28-07-2022 alle 16:17 sul giornale del 29 luglio 2022 - 7 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/diSI





logoEV