Contrabbando di sigarette, cinque arresti a Napoli

1' di lettura 23/11/2022 - L'operazione della guardia di finanza, eseguite sette misure cautelari

I finanzieri del Comando provinciale di Napoli hanno eseguito un provvedimento cautelare, emesso dal Gip del Tribunale partenopeo su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di sette persone gravemente indiziate di associazione per delinquere finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati esteri. Cinque sono finiti agli arresti domiciliari, per gli altri due è stato disposto l’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.

Le indagini delle Fiamme Gialle hanno consentito di scoprire l’esistenza di un gruppo criminale inserito in un livello intermedio della catena distributiva delle sigarette di contrabbando provenienti dall’Europa orientale con base operativa in Napoli. Il gruppo era operativo nelle zone di San Lorenzo, Piazza Mercato, via Sant’Antonio Abate, Forcella, nonché nell’area metropolitana, tra Casoria e Qualiano: disponendo di locali adibiti a magazzini clandestini intestati a diversi prestanome, gestiva il mercato illegale delle sigarette. Complessivamente è stato calcolato che l’organizzazione criminale ha movimentato circa 3 tonnellate di sigarette di contrabbando, con un valore di mercato variabile a seconda della differente qualità e provenienza estera.






Questo è un articolo pubblicato il 23-11-2022 alle 11:57 sul giornale del 24 novembre 2022 - 18 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dErQ