SEI IN > VIVERE CAMPANIA > CRONACA
articolo

"Sacco e Vanzetti Suite", il nuovo brano del sassofonista napoletano Patrizio Destriere, esce in radio il 17 marzo

5' di lettura
68

Dal 17 marzo 2023 è disponibile su tutte le piattaforme di streaming “Portrait of Ennio” (LaPOP), il nuovo album di Patrizio Destriere, dal quale è estratto il brano in rotazione radiofonica “Sacco e Vanzetti suite”.

Originariamente composto da Morricone per il film Sacco e Vanzetti del 1971, la musica di questo capolavoro degli anni ‘70 viene riarrangiata dal quartetto jazz in una versione inedita e moderna grazie alle sonorità modali e ritmiche quasi hip hop nella parte centrale. La suite si chiude con la celebre Here’s to you, divenuta famosa per il contributo di Joan Baez che ne ha scritto il testo come inno alla libertà e liberamente ispirato dalle dichiarazioni di Vanzetti in carcere. In questa parte della suite la musica vira verso sonorità barocche tipiche del ‘600 italiano.


Patrizio Destriere commenta così il brano: “Suonare la musica del Maestro Morricone è sempre un’operazione molto complessa, si potrebbe dire che è come cercare di riprodurre la Gioconda di Leonardo da Vinci o la Pietà di Michelangelo.

La musica del Maestro è patrimonio mondiale e ognuno di noi è legato per un motivo o un altro alle colonne sonore dei 600 e più film che il Maestro ha musicato, senza contare alla produzione Accademica e delle diverse collaborazioni da lui avute.

Avvicinarsi quindi alla sua opera mette in soggezione qualsiasi artista; partendo da ciò il disco “Portrait of Ennio” è una sorta di visione prospettica rivisitata secondo la sensibilità mia e dei musicisti che hanno suonato con me nei confronti del corpus musicale di Ennio. Una visione legata al lato jazzistico del Maestro, che come da sue dichiarazioni, ha sempre considerato una musica lontana dalla sua anima; ma che nella sua produzione è presente con materiale di pregevole fattura, basti ricordare i film degli inizi degli anni ‘80 permeati da colonne sonore di stampo jazzistico.

Il nostro contributo è stato quello di esaltare questa visione della sua opera sviluppandola con il nostro linguaggio con arrangiamenti curati e sonorità che vanno oltre alla catalogazione commerciale.

Portrait of Ennio vuole essere il ritratto che racchiude le mille sfaccettature di un compositore complesso e geniale quale è Ennio Morricone.

In questo contesto, Sacco e Vanzetti Suite (dal film Sacco e Vanzetti 1971) è una pagina meno nota del Maestro ma non meno affascinante. Abbiamo scelto di includere nel disco la musica di questo capolavoro degli anni ‘70 con una rilettura portata ai giorni nostri, inserendo sonorità modali, ritmiche quasi hip hop nella parte centrale ed echi della musica barocca verso la fine.

In questo brano abbiamo riassunto tutte le sfumature del lato jazz della musica del Maestro Ennio Morricone”.


L’album “Portrait of Ennio” non è solo un tributo alla musica del Maestro Morricone, ma un ritratto personale di come il quartetto, capitanato dal saxofonista Patrizio Destriere, vede e sente la musica che ha accompagnato pellicole celebri e meno celebri nell’arco di mezzo secolo di produzione. Da “Metti una sera a cena” a “La leggenda del pianista sull’oceano”, da “Il buono, il brutto e il cattivo” a “C’era una volta in America”.


Il quartetto è composto da Patrizio Destriere (saxofoni soprano e tenore), Claudio D’Amato (pianoforte), Giuseppe Civiletti (contrabasso) e Giampaolo Scatozza (batteria).


Presalva ora l’album “Portrait of Ennio”: https://lapop.lnk.to/portraitofennio


TRACK-LIST:

  1. Un sacco bello
  2. Love circle
  3. Once upon a time in America suite
  4. Crisis
  5. Playing love
  6. The good, the bad and the ugly
  7. Sacco e Vanzetti suite
  8. Gabriel’s oboe


Biografia

Saxofonista napoletano classe 1976, Patrizio Destriere ha studiato nei Conservatori di Perugia, Benevento, Latina e Roma diplomandosi in saxofono, jazz, musica elettronica e laureandosi in saxofono ad indirizzo solistico ed in saxofono jazz. Musicista attivo sia in ambito classico che moderno, si è esibito in molte città italiane e straniere (Milano, Roma, Valencia, New York, Venezia, Malmo, Ystadt ecc.), esibendosi in formazioni che vanno dal duo con pianoforte, duo, trio, quartetto, quintetto ed ensamble di saxofoni, big band, grande banda (120 esecutori) e orchestra sinfonica sia come orchestrale che come solista, su molti palcoscenici prestigiosi (Auditorium Parco della Musica, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro dal Verme di Milano, Auditorium Niccolò Paganini di Parma, Teatro la Fenice di Venezia ecc.). Ha collaborato ed inciso per alcuni progetti discografici sia come strumentista, come arrangiatore e produttore di generi eterogenei, (Argine, Rifrazioni punk/rock, Doracor Passioni Post Moderne di un Musicista Errante progressive, Conosci Mia Cugina Italian Swing swing/jazz italiano, Banda Musicale della Marina Militare Italiana con i cd Mozart, Banda all’Opera e Terre Lontane musica classica e sinfonica, ecc.). Attualmente è orchestrale presso la Banda Centrale della Marina Militare in qualità di saxofono soprano, con il quartetto di saxofoni Xas Saxophone Quartet, con il quartetto jazz a suo nome Patrizio Destriere BoProject con cui collabora il batterista Ettore Fioravanti, nel gruppo di swing italiano Conosci Mia cugina, nelle big band Mambo Puente Latino Orquestra diretta da Elvio Ghigliordini e la Buddy’s Place Big Band formazione basata su musiche di Buddy Rich. Ha collaborato e collabora con: Marco Grisanti, Claudio Rufa, Jean Marie Londeix, Paolo Fresu, Stefano Battaglia, Ettore Fioravanti, Fulvio Sigurtà, Marco Siniscalco, Dave Liebman, Dick Halligan, Carla Marcotulli, Bruno Chevillon, Mike Aspinali, Rosario Giuliani, Stefano Cantarano, Paolo Damiani, Emanuele Urso, Pierpaolo Principato, Giancarlo Gazzani, Marco Sannini, Elvio Ghigliordini, Paolo Bonolis, Antonio Esposito, Karri Luthala, Michael Rosen, Elisabetta Serio, Greg Burk e molti altri.



“Portrait of Ennio” è il nuovo album di Patrizio Destriere disponibile sulle piattaforme digitali da venerdì 17 marzo 2023, dal quale è estratto il brano in rotazione radiofonica “Sacco e Vanzetti suite”.



Facebook | Instagram | Linkedin | YouTube | Spotify





Questo è un articolo pubblicato il 16-03-2023 alle 10:42 sul giornale del 17 marzo 2023 - 68 letture






qrcode