SEI IN > VIVERE CAMPANIA > CRONACA
articolo

Venezia: gasolio di contrabbando destinato al Napoletano, scatta il sequestro

1' di lettura
50

La guardia di finanza del Comando provinciale di Treviso ha sequestrato 27.000 litri di gasolio di contrabbando, spacciato per liquido anticorrosivo, trasportato in un tir fermato per un controllo al casello autostradale di Venezia Est.

Il camion, proveniente da una città dell’Ungheria situata nei pressi del confine con l’Austria, dopo aver fatto ingresso in Italia dal valico di Tarvisio, è stato fermato dalle Fiamme Gialle per un controllo al casello autostradale di Venezia Est.

Il conducente, di nazionalità slovacca, alla domanda circa la tipologia di merce trasportata, l’origine e la destinazione del viaggio, ha riferito di non conoscere che tipo di prodotto trasportasse e neppure il luogo esatto di consegna finale, in provincia di Napoli, esibendo una lettera di vettura internazionale riportante l’indicazione del prodotto trasportato, un olio minerale denominato “Anticorrosive Liquid”, il nome della società slovena venditrice, della società italiana acquirente e, quale presunto luogo di destinazione finale del prodotto, la provincia di Napoli. Il documento di trasporto, inoltre, era accompagnato da un certificato attestante le caratteristiche chimiche dell’anticorrosivo, con tanto di modalità di impiego.

Sono state le operazioni di campionamento e analisi a far emergere che il liquido, custodito in 27 contenitori da 1000 litri ciascuno, era in realtà gasolio, come confermato poi dal laboratorio chimico dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli di Venezia. L'intero carico è stato sequestrato assieme al tir e il conducente è stato denunciato per contrabbando di prodotti petroliferi.



Questo è un articolo pubblicato il 18-03-2024 alle 11:05 sul giornale del 19 marzo 2024 - 50 letture






qrcode